Michela, una mamma tutta grinta che promette battaglia !

Proseguiamo nella presentazione dei partecipanti al Challenge Sanremo Half Marathon, che proprio in questi giorni hanno iniziato i primi allenamenti in vista della gara del 6 dicembre. Oggi è la volta di Michela, anche lei una “malata della corsa”, che ci racconta le sue esperienze sportive e non.

“Ciao, mi chiamo Michela Galasso e sono nata il 23 dicembre 1976 ( “l’anno della diossina” di Seveso, paese in cui sono nata e vissuta per 23 anni… e già son partita bene!). Sono sposata con quel sant’uomo di Marco che sopporta le gioie e i dolori di questa mia passione per la corsa. Lorenzo 13 anni e Irene 11 sono i miei figli, due personcine eccezionali da cui ogni giorno imparo qualcosa e che mi danno la carica per affrontare ogni avventura o disavventura!

michela (1)Dopo aver fatto la mamma full time per 12 anni, ho ripreso la mia professione in ambito sanitario come operatrice socio sanitaria all’interno di una struttura ospedaliera specializzata in riabilitazione neuro motoria. Disegno e dipingo “trompe loeil” per passione ma dal 2008 è entrata casualmente nella mia vita la corsa ed è stato subito amore!

Dopo aver corso diverse mezze maratone ho deciso ,nel 2013, di affrontare la Regina. Milano City Marathon…( chiusa serenamente senza un crampo in 4h08′) esperienza meravigliosa per la mia mente quanto devastante per il mio corpo ! Due mesi dopo per diverse cause tra cui lo stress meccanico ho fratturato il femore sx ( frattura diafisiaria mediale ).

Dopo un lungo intervento di riduzione  ( mi hanno inserito un chiodo di titanio da 37 cm + 4 viti) e 22 giorni di ricovero ospedaliero per accertamenti ho ripreso molto lentamente la mia vita. Non è stata una passeggiata ma esattamente un anno dopo (seguita da medici e fisioterapisti) ho corso una 10 km competitiva. (Al traguardo piangevo !).

Ho tenuto i ferri per 20 mesi (in cui ho corso 6 mezze maratone tutte poco sotto le due ore) a maggio 2015 ho definitivamente chiuso questo capitolo infausto ma che mi ha resa ancora più forte e determinata! A fine giugno, con cicatrici rimarginate, ho ripreso le mie corse ! Corro con Garmin e cardio frequenzimentro tre/quattro volte a settimana ( 35/40km a settimana con media 5’30/5’40).

A presto !”.

La grinta è quella giusta….ragazzi attenti che Michela sarà un osso duro !!!

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *